ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele dubita, Ramallah spera. Divide l'unità nazionale di Netanyahu

Lettura in corso:

Israele dubita, Ramallah spera. Divide l'unità nazionale di Netanyahu

Dimensioni di testo Aa Aa

Ridicola acrobazia politica per i laburisti israeliani. Pietra tombale sulla ripresa dei negoziati per Hamas e speranza per il rilancio del processo di pace per l’Autorità nazionale palestinese.

Raggiunto proprio quando la Knesset si apprestava a votare il suo scioglimento, l’accordo fra la destra di Netanyahu e il centro-sinistra di Kadima per un governo di unità nazionale solleva una cacofonia di reazioni.

Agli attacchi dei critici che parlano di opportunismo il premier israeliano ha replicato in una conferenza stampa congiunta con il leader di Kadima, Shaul Mofaz.

L’accordo, ha detto Netanyahu, è necessario per far fronte le numerose sfide che affollano l’agenda politica di Tel Aviv: non solo un nuovo bilancio ma, fra i punti menzionati, anche la questione iraniana e, “in ultimo”, la promozione di un responsabile processo di pace.

Schiacciati dalla nuova maggioranza, i laburisti accusano di arrivismo Shafuz: ex capo di stato maggiore, transfuga dal Likud di Netanyahu, il neo-leader di Kadima aveva detto a marzo che mai avrebbe accettato una coalizione. Pronta ad accoglierlo c‘è ora la poltrona di vice-premier.