ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corea del Sud: allarme per pillole contenenti resti umani

Lettura in corso:

Corea del Sud: allarme per pillole contenenti resti umani

Dimensioni di testo Aa Aa

Resti umani nelle pillole contro l’impotenza sessuale provenienti dalla Cina.

La denuncia arriva dalle autorità sanitarie sudcoreane. Secondo i media di Seoul, le compresse sono composte da resti di bambini o di feti tagliati e messi a essiccare, per poi essere ridotti in polvere e mescolati con delle erbe. Alcuni test avrebbero permesso di risalire al dna e al sesso dei bambini da cui proviene la sostanza organica. Dall’agosto scorso sono state sequestrate oltre 17mila pillole.

“Analizzando il contenuto, la sequenza del DNA coincide tra 99,7 e il 99,9% con quella umana – spiega Shin Eul-Gi, responsabile del laboratorio doganale dell’aeroporto di Seul – Le pillole contengono anche sostanze nocive e alcuni super batteri dannosi per la salute”.

Pechino annuncia l’apertura di un’indagine, ma nega la presenza nel Paese delle cosiddette “pillole della salute”, spesso vendute come integratori energetici. Le capsule sarebbero prodotte in fabbriche cinesi nelle zone di Yanji, Qingdao e Tianjin.