ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, l'opposizione definisce le legislative una farsa

Lettura in corso:

Siria, l'opposizione definisce le legislative una farsa

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ombra del boicottaggio da parte dell’opposizione incombe pesantemente sulle elezioni legislative in Siria.
Gli attivisti accusano infatti i nuovi partiti di essere marionette in mano al regime. Per i dissidenti, l’apertura al multipartitismo costituirebbe solo un atteggiamento di facciata.
Si vota per assegnare 250 seggi dell’Assemblea del Popolo, caratterizzata da 50 anni di dominio del Baath, il partito di Bashar al-Assad.

Non ha boicottato il voto, invece, l’oppositore moderato Khadri Jamil, candidato indipendente.

Migliaia di persone sono scese in piazza in molti villaggi e città siriane, tra cui Damasco, in segno di protesta contro le elezioni.
Non si fermano intanto le violenze: uccise dalle forze di sicurezza tre persone; scontri, inoltre, tra soldati e ribelli nella provincia di Hama.

Ci saranno infine anche soldati italiani nel gruppo di osservatori dell’Onu in Siria, che hanno il compito di far rispettare il piano di pace di Kofi Annan. Lo ha reso noto la Farnesina. Prevista per questo mercoledì la riunione del consiglio dei ministri per autorizzare l’invio di personale militare non armato.