ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: Putin si insedia al Cremlino tra le proteste

Lettura in corso:

Russia: Putin si insedia al Cremlino tra le proteste

Dimensioni di testo Aa Aa

Vladimir Putin cammina impettito nell’ex sala del trono del Cremlino.

Nei suoi occhi tutta la fierezza per la conquista del terzo mandato. Tra due ali di folla, raggiunge il presidente uscente Dmitri Medvedev, gli stringe la mano e si avvicina al podio.

Come da tradizione durante ogni cerimonia di insediamento, il presidente appoggia la mano destra sulla Costituzione e pronuncia il suo discorso.

“In qualità di presidente” dichiara Putin “mi assumo ogni responsabilità legata alla Russia. Le mie prorità sono gli interessi del paese, la sicurezza e il benessere dei cittadini”.

Presenti anche Silvio Berlusconi, Gerard Schröder e il patriarca della chiesa ortodossa russa Kirill. Tremila gli invitati. Trenta i colpi di cannone sparati in segno di saluto.

A Mosca, intanto, continuano a divampare le proteste non autorizzate
Non si fermano infatti le polemiche per la rielezione di Putin. Numerose le accuse di presunti brogli elettorali negli ultimi due mesi.

“Putin, vai a casa, siamo stufi!” diceva un cartello.

120 le persone fermate nel centro della capitale, una cinquantina quelle caricate sui cellulari della polizia vicino alla piazza del Maneggio. Irruzione delle forze dell’ordine in due caffe’ ritrovo dei dissidenti.

Circa 400 persone sono state fermate domenica, dopo che i manifestanti avevano cercato di sfondare un cordone della polizia.

Le forze dell’ordine avevano risposto caricando i manifestanti e lanciando fumogeni.