ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Putin presidente: le sfide della Russia nei prossimi sei anni

Lettura in corso:

Putin presidente: le sfide della Russia nei prossimi sei anni

Dimensioni di testo Aa Aa

L’elezione di Vladimir Putin alla Presidenza apre nuove prospettive nelle relazioni tra Russia, Stati Uniti ed Europa. Sull’argomento abbiamo chiesto un’opinione all’analista politico Vyacheslav Nikonov

Alexander Shashkov, Euronews: “Vladimir Putin è stato eletto nuovamente Presidente della Russia per sei anni. Quali sono le principali sfide del suo mandato?”

Vyacheslav Nikonov, analista politico: “La Russia ora affronta un compito ambizioso: entrare a fra parte delle prime cinque economie mondiali e diventare un normale stato democratico. Per questo il Paese ha bisogno di un impressionante lavoro di modernizzazione, di riforme strutturali che riducano la dipendenza della Russia dalle esportazioni di energia e puntino più sull’hi-tech. Una parte importante di questo programma riguarda la riforma del sistema politico, la semplificazione della registrazione dei partiti, il ritorno all’elezione diretta dei governatori (attualmente nominati dal Cremlino) e l’apporto di maggiore pluralismo nel processo legislativo e politico.”

Alexander Shashkov, Euronews: “Come si evolveranno i rapporti con Stati Uniti e Unione Europea?”

Vyacheslav Nikonov: Nelle relazioni con gli Stati Uniti, credo, la Russia manifesterà interesse a continuare la politica del “azzeramento” (ripartire da zero) che ora riguarda solo la sfera politica e militare. La Russia naturalmente è molto attenta anche a sviluppare legami economici con gli Stati Uniti. Ma molto dipenderà dai risultati delle elezioni – l’amministrazione Obama è una cosa, abbiamo iniziato la politica del “azzeramento” con loro, ma Mitt Romney che recentemente ha trattato la Russia come il nemico numero uno degli Stati Uniti sarà un partner più difficile.
L’Unione europea ora è più presa dai suoi problemi, l’attenzione di Bruxelles nei confronti della Russia è marginale. Ma credo che l’Europa debba stringere relazioni più strette con la Russia perché la Russia è l’economia europea in più rapida crescita e ambisce a diventare nei prossimi dieci anni la più grande economia d’Europa.