ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: la violenza fa da sfondo alle elezioni

Lettura in corso:

Siria: la violenza fa da sfondo alle elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Duro scambio d’accuse tra autorità e opposizione sul moltiplicarsi di attentati delle ultime ore in Siria.
Tre le vittime di un’esplosione e di spari nella regione di Damasco.
Le forze del regime continuano a colpire le zone ribelli, come la provincia centrale di Homs.
Numerosi feriti per i bombardamenti nel paese di Arida; rase al suolo alcune case.
Mentre continua la missione degli osservatori dell’Onu, l’opposizione accusa il regime di non rispettare il piano di pace di Kofi Annan.

“Non sappiamo se siano i fedeli di Assad o i ribelli a colpirci” dice un abitante di Zabadani. “Siamo realisti, viviamo nel terrore”.

E’ dunque in un clima di violenza, che si tengono le elezioni parlamentari. Sono le prime dalla riforma della Costituzione volute da Assad; una farsa per l’opposizione, un passo avanti verso il multipartitismo secondo il governo.
Uno scrutinio che si svolge dopo quindici mesi di scontri, che hanno causato più di 11.000 morti, per la maggior parte civili.