ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

11 settembre: processo a Guantanamo per presunti organizzatori attentati

Lettura in corso:

11 settembre: processo a Guantanamo per presunti organizzatori attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo quasi 11 anni si è tenuta nella base militare di Guantanamo l’udienza del processo contro i presunti cinque responsabili degli attacchi dell’11 settembre.

Il pachistano Khalid Sheikh Mohammed, che ha rivendicato la pianificazione degli attentati, e i quattro complici, un nipote, due yemeniti e un saudita rischiano la pena di morte.

In silenzio, spesso intenti a leggere un libro, probabilmente il Corano, non si sono dichiarati né colpevoli né innocenti. Le 13 ore di udienza sono state anche interrotte per lasciarli pregare.

A osservarli in aula una decina di familiari delle vittime, con un ritorno audio in differita di 40 secondi per permettere la censura di eventuali informazioni sensibili, e una sessantina di parenti in collegamento da quattro basi militari.

“Ho visto solo il loro linguaggio del corpo, che non esprimeva altro che disprezzo per i nostri valori”, ha dichiarato una vedova di una delle 2976 vittime dell’11 settembre.

Il processo non potrà cominciare prima di maggio 2013. Barack Obama aveva tentato invano di trasferirlo ad un tribunale civile di New York, per allontanare l’ombra di Guantanamo e delle torture perpetrate al suo interno.