ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: elezioni, quali conseguenze per la lotta europea alla crisi?

Lettura in corso:

Francia: elezioni, quali conseguenze per la lotta europea alla crisi?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il prossimo presidente della seconda economia del vecchio continente dovrà discutere con i colleghi europei delle soluzioni alla crisi e delle ricette per il rilancio.

Sarkozy e Hollande hanno due visioni differenti anche in questo campo, il capo di Stato uscente ha firmato il patto fiscale europeo, il candidato socialista vuole rinegoziarlo per dare spazio alla crescita.

“Il nuovo presidente francese avrà ovviamente un ampio margine di manovra rispetto al precedente”, sostiene Ben Hall, del Financial Times. “François Hollande vuole usare un eventuale mandato elettorale per fare pressione sulla Germania, per riorientare l’eurozona verso una politica che rivolga maggiore attenzione alla crescita e che non sia concentrata solo sull’austerità”.

Hollande, se eletto, vorrebbe anticipare l’investitura per poter incontrare la cancelliera Merkel prima della riunione informale dei dirigenti europei a fine maggio. Secondo un sondaggio, Sarkozy sarebbe preferito dai tedeschi per la sua difesa della disciplina di bilancio.

Giovanni Magi, euronews:
“Le elezioni francesi e greche rappresentano nuove variabili nel delicato panorama economico-finanziario europeo. Solo tra qualche giorno potremo sapere se queste variabili sono in grado di migliorare o meno la prospettiva di uscita dalla crisi”.