ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo dice anche l'ex premier libico: Gheddafi finanziò Sarkozy

Lettura in corso:

Lo dice anche l'ex premier libico: Gheddafi finanziò Sarkozy

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla sua cella in Tunisia l’ex premier libico conferma: Nicolas Sarkozy ebbe 50 milioni di euro da Gheddafi. Per al-Baghdadi al-Mahmoudi si trattava di un contributo alla campagna per le presidenziali del 2007, che Sarkozy poi vinse.

Il sito d’informazione online Mediapart, noto per non essere filo-sarkozista, ha pubblicato un documento su questo presunto finanziamento via un fondo libico. Un falso grossolano, secondo l’attuale leadership libica e il presidente uscente:

“È un’infamia, un’infamia – ha dichiarato il capo dell’Eliseo in un’intervista – Quando penso che ci sono giornalisti che osano dare credito al figlio di Gheddafi e ai servizi segreti di Gheddafi. Cinquanta milioni? E perché non cento milioni, allora, per una campagna che ne è costata appena venti…”

Sì, perché il primo a parlare di questi pagamenti era stato proprio Seif al Islam, intervistato da euronews prima della caduta del regime.

Poco dopo il delfino del colonnello era stato scovato e arrestato dagli uomini del Consiglio Nazionale di Transizione, che intendono processarlo sul posto. Sarà dunque improbabile che venga interrogato su questo.

Intanto, a Parigi, Sarkozy ha querelato Mediapart. E Mediapart ha querelato Sarkozy.

Leggi anche Sarkozy rimonta ma torna l’ombra dei soldi di Gheddafi