ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: analisti "dopo il voto grave crisi a destra"

Lettura in corso:

Francia: analisti "dopo il voto grave crisi a destra"

Dimensioni di testo Aa Aa

La sfida tra Francois Hollande e Nicolas Sarkozy arriva al suo ultimo atto. Il faccia a faccia televisivo non ha stravolto gli equilibri e
nell’ultimo giorno di campagna elettorale i sondaggisti confermano il vantaggio del candidato socialista nella corsa all’Eliseo.

“Oggi possiamo essere più chiari. Abbiamo sempre detto che i sondaggi non erano pronostici e che i candidati potevano sovvertirli – spiega Gaël Slima, vice direttore dell’agenzia BVA – Ma ora la campagna elettorale è praticamente finita. C‘è stato il confronto e a eccezione di una catastrofe imprevista nelle prossime quarantotto ore, Francois Hollande vincerà le elezioni presidenziali in Francia”.

L’attenzione degli analisti è già proiettata a dopo il voto, c‘è il rischio di un terremoto a destra che potrebbe influire sugli equilibri degli schieramennti.

“Se, come dicono i sondaggi, c‘è una differenza di sei o otto punti tra i due, credo che ci sarà una grave crisi nell’Ump – sostiene Denis Sieffert, direttore di Politics – Esploderanno i dissensi e il Front National potrebbe approfittarne. Questo è il motivo per cui il Front National vuole che Hollande vinca perché così potrà recuperare una fetta di voti, o anche qualcosa in più, in vista delle elezioni parlamentari”.

“Ora i candidati stanno giocando le loro ultime carte – conclude il corrispondente di euronews a Parigi, Giovanni Magi – perché si avvicina il momento in cui, di nuovo, la parola passerà alle urne”.