ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dissidente cinese lascia ambasciata Usa: temo per la mia famiglia

Lettura in corso:

Dissidente cinese lascia ambasciata Usa: temo per la mia famiglia

Dimensioni di testo Aa Aa

Chen Guancheng ha lasciato l’ambasciata statunitense a Pechino dietro minacce. Il dissidente cinese, trasferito in un ospedale della capitale dalla missione diplomatica in cui si trovava da una settimana, teme ritorsioni contro la sua famiglia.

Washington nega, sostenendo che Guancheng sia partito di propria volontà, dopo aver saputo che in ospedale avrebbe incontrato i familiari.

“Se non fossi scappato,avrebbero messo in pericolo la mia famiglia e l’avrebbero rispedita a Shandong”, ha detto Guancheng all’Associated Press. “Ho avuto l’impressione che il governo statunitense e l’ambasciata fossero favorevoli alla mia partenza. Aiutate tutta la mia famiglia ad andare via”.

Secondo gli Stati Uniti, il governo cinese avrebbe garantito all’avvocato autodidatta un posto sicuro dove poter proseguire gli studi. A fine aprile era fuggito dalla sua abitazione nello Shandong, dove era agli arresti da quasi due anni. La vicenda ha creato una crisi con la diplomazia statunitense, a Pechino, giovedì e venerdì, per parlare di dialogo strategico ed economico.