ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serie di attentati mortali in Siria

Lettura in corso:

Serie di attentati mortali in Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Auto ridotte a carcassa, edifici in macerie, laghi di sangue sulle strade. La tv di stato mostra le conseguenze della serie di esplosioni avvenute a Idlib, ex-roccaforte dei ribelli nel nordovest della Siria. Il governo accusa i terroristi – così definisce gli oppositori combattenti; gli oppositori sostengono che dietro all’attacco mortale ci sia il governo, con l’intento di screditarli.

“Stavo dormendo, in casa, con mia moglie e i miei figli – racconta un residente intervistato. L’intero edificio ha tremato. Mia moglie è ferita, anche i miei figli lo sono. La mia casa è ridotta in macerie. È questa la libertà che cercano?”.

Gli attentati, almeno due, hanno colpito le sedi governative. Una ventina i morti secondo stime degli attivisti siriani per i diritti umani. Decine i feriti. “Ho paura – racconta una ragazzina -, hanno distrutto la nostra casa”.

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha condannato gli attacchi in Siria – anche a Damasco e in altre zone si registrano episodi di violenza. Ban Ki-moon ha ribadito la necessità della cooperazione di tutti con la missione degli osservatori internazionali nel Paese, che per la prima volta in quarant’anni si appresta a tenere il 7 maggio elezioni politiche multipartitiche.