ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Primo maggio russo, le autorità in testa al corteo

Lettura in corso:

Primo maggio russo, le autorità in testa al corteo

Dimensioni di testo Aa Aa

Dmitri Medvedev e Vladimir Putin per la prima volta partecipano al corteo del Primo maggio a Mosca, a rinverdire una tradizione già sovietica.

Il presidente russo uscente e il premier che lunedì prende il suo posto hanno aderito insieme a 150 mila persone alla manifestazione dei sindacati e del partito Russia Unita.

“Questa è la festa della primavera e del lavoro”, commenta una moscovita, “Il morale è buono, è così raro incontrarsi…”.

“La gente si diverte e anch’io”, dice un altro manifestante, “Il tempo è bello, tutti sorridono, tutto va bene, tutto è positivo”.

Boccali di birra in mano, festaggiano anche i due leader russi, a qualche giorno dal cambio al vertice.

Guerra alla corruzione e una nuova Russia, il partito comunista, che per il Primo maggio ha radunato 5 mila partecipanti, promette battaglia:

“Le nostre forze popolar-patriottiche”, ha dichiarato
il leader comunista Gennady Zyuganov, “hanno organizzato la manifestazione al grido di: costruiamo insieme una Russia intelligente e forte, scacciamo ladri e furfanti dai corridoi del potere, realizziamo un governo di sicurezza nazionale e una nuova direzione per il nostro paese”.

L’opposizione torna in piazza il 6 maggio, una grande mobilitazione per dire no al terzo, controverso ritorno di Vladimir Putin al Cremlino e al probabile, ennesimo scambio di poltrone con il capo di stato.