ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Anche la Bolivia nazionalizza a danno delle aziende spagnole

Lettura in corso:

Anche la Bolivia nazionalizza a danno delle aziende spagnole

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bolivia segue l’Argentina sul cammino delle nazionalizzazioni, a danno delle aziende spagnole. Il presidente Evo Morales vuole riportare nelle mani dello Stato l’industria dell’elettricità al completo, e ha annunciato di avere preso il controllo di una compagnia, attualmente gestita da una sussidiaria della spagnola Red Electrica Corporacion.

“La politica del governo è volta a recuperare il controllo e la gestione delle compagnie strategiche, tra queste, la Trasportadora de Energia Electrica – ha detto Morales -. Per chiarezza verso l’opinione pubblica, nazionale e internazionale, questa compagnia era nostra e ora stiamo nazionalizzando qualcosa che ci apparteneva”.

Morales – che ha fatto l’annuncio in occasione delle celebrazioni per il Primo Maggio a La Paz – ha inoltre ordinato ai militari di prendere il controllo degli impianti dell’azienda. Con questa nazionalizzazione, per decreto, la Bolivia conquista il controllo dell’ottanta percento del settore elettrico.

Pur sottolineando la differenza con il recente caso YPF in Argentina, il governo spagnolo ha fatto sapere di non aver gradito la decisione, che mina la fiducia nel Paese proprio nel momento in cui si dovrebbero attirare gli investitori stranieri.