ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Veni, vidi, bici": manifestazione per la sicurezza dei ciclisti

Lettura in corso:

"Veni, vidi, bici": manifestazione per la sicurezza dei ciclisti

Dimensioni di testo Aa Aa

“O tempora, o mores”, commenterebbe forse un antico romano vedendo tutta questa ciclistica modernità. “Veni, vidi, bici”, hanno scritto sui cartelli storpiando la celebre frase attribuita a Giulio Cesare, all’epoca vittorioso in Asia Minore.

Qui non di vittorie si tratta, ma di sicurezza, come spiega un’organizzatrice:

“Oggi abbiamo organizzato una manifestazione nazionale ‘salvaciclisti’, un movimento di cittadini che vanno in bicicletta e sono stanchi di vedere che moriamo ogni giorno sulle strade”.

“Sicuramente, cercare di cambiare un po’ le cose e cercare di rendere il ciclismo una cosa un po’ più parte di questa città, perché in questo momento non ci sono poi tante possibilità per un ciclista per muoversi all’interno della città di Roma”, aggiunge una giovane ciclista romana alla quale è stato chiesto che cosa si debba fare.

Dalle bighe alle due ruote di tempo ne è passato, ma la sicurezza non è poi tanto cresciuta secondo i manifestanti, che non hanno mancato di mettere simbolicamente in sella anche la statua di Cesare.
Manifestazioni analoghe si sono tenute anche a Londra ed Edimburgo.