ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disoccupazione record in Spagna

Lettura in corso:

Disoccupazione record in Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

La disoccupazione raggiunge livelli record in Spagna. Il Paese tocca una punta mai raggiunta da quasi due decenni, con il 24,44 percento di senza lavoro, anche se in alcune aree si arriva al trenta.

Tra la popolazione attiva ci sono più di cinque milioni e mezzo di senza lavoro. “Continuo a cercare – dice una mamma disoccupata di Madrid -. Ho accettato di fare tutto quello che mi è stato offerto, vivo alla giornata, ma non c‘è quasi nulla. Io sono sola, ho una figlia che studia. Sono quasi sul lastrico”. “La situazione è molto negativa – dice un disoccupato, sempre a Madrid -. Hanno tagliato il rating della Spagna ed è sempre peggio. Il futuro è assai incerto, molto negativo. Credo che il governo stia agendo molto male”.

Il governo conservatore di Mariano Rajoy ha adottato una serie di misure di austerità senza precedenti, ma lunedì il Paese entra comunque ufficialmente nella seconda recessione in tre anni: “Questi dati ci portano a lavorare con un’intensità ancora maggiore – ha dichiarato Soraya Saenz de Santamaria, vice-premier – e a varare le riforme e le misure necessarie per raggiungere gli obiettivi di deficit e per creare i presupposti per la crescita futura e la creazione di posti di lavoro”.

La diffusione dei dati relativi all’occupazione arriva sulla scia di un nuovo taglio di rating della Spagna – sia sul breve che sul lungo periodo – da parte dell’agenzia Standard and Poor’s. Nell’immediato, il governo di Madrid risponde con l’annuncio di un aumento dell’Iva e di altre imposte indirette a partire dal prossimo anno. Il rischio è quello di un impatto ancora più negativo su consumi già da tempo in netto calo.