ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una riforma per snellire la Corte europea dei diritti umani

Lettura in corso:

Una riforma per snellire la Corte europea dei diritti umani

Dimensioni di testo Aa Aa

Vittima del suo successo, la Corte europea dei diritti umani sarà presto riformata. Il piano approvato recentemente è stato discusso all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa: a Strasburgo saranno trattate solo le denunce piu’ gravi, le altre dovranno essere giudicate a livello nazionale. I tempi per fare ricorso saranno ridotti da sei a quattro mesi. Soddisfatta la Gran Bretagna, presidente di turno del Consiglio d’Europa.

“Ci sono troppi casi insignificanti- ha dichiarato
Lord Donald Anderson, deputato laburista britannico. “E ci sono anche problemi di competenza con i giudici. Ma soprattutto troppi ritardi. Tuttavia dovremmo essere tutti pronti ad essere puniti se facciamo qualcosa di sbagliato”

Oltre 150.000 dossiers aspettano di essere esaminati dai magistrati, nel 60% dei casi si tratta di problemi ricorrenti, non risolti da stati già condannati.

Gülsüm Alan, euronews:
“Si moltiplicano gli sforzi per rendere la Corte piu’ efficiente, spiega l’inviata di Euronews. La riforma dovrebbe essere finalizzata entro il 2013”.