ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: il percorso politico di Iulia Timoshenko

Lettura in corso:

Ucraina: il percorso politico di Iulia Timoshenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Iulia Timoshenko è stata il volto della Rivoluzione arancione ucraina. L’ondata di protesta contro i brogli delle elezioni presidenziali del 2004 che avevano dato per vincente Viktor Yanukovich.

L’ex imprenditrice dell’industria petrolchimica nel 2005 diventa Primo ministro. É una donna di potere che in politica trova molti ostacoli. Il suo governo dura solo 8 mesi.

Ci riprova nel dicembre del 2007.
Ma l’ esecutivo è ostacolato dalla rivalità con il presidente Yushenko, ex alleato della Rivoluzione arancione.

Nel 2010 alle presidenziali Iulia Timoshenko viene sconfitta da Yanukovich. Denuncia nuovamente frodi elettorali e qui cominciano i suoi problemi con la giustizia.

Ad ottobre del 2011 Iulia Timoshenko viene condannata a sette anni di carcere per abuso di potere. É accusata di aver agevolato la Russia negli accordi commerciali per il gas nel 2009, quando ricopriva la carica di premier.

Non è l’unica accusa. l’ex eroina della Rivoluzione arancione è sotto processo per evasione fiscale e malvesazione. Rischia una pena per 12 anni di carcere.

Il processo inizia senza Iulia Timoshenko, che rimane bloccata nel letto dela prigione a causa di una dolorosa ernia al disco. Al tempo stesso rifiuta le cure offerte dalle strutture del governo.

Iulia Timoshenko si dichiara una perseguitata politica. Vittima di una campagna di repressione.