ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, Annan ammette: "si combatte ancora"

Lettura in corso:

Siria, Annan ammette: "si combatte ancora"

Dimensioni di testo Aa Aa

Kofi Annan ammette il fallimento, almeno per ora, del cessate il fuoco che, secondo il suo piano, avrebbe dovuto essere totale in Siria dal 12 aprile. L’inviato speciale di Lega Araba e Onu ha affermato davanti al consiglio di sicurezza che c‘è bisogno di “occhi e orecchie che possano muoversi in libertà e rapidamente sul territorio”.

“Annan sostiene che la situazione in Siria ‘continua a essere inaccettabile’. Annan ha espresso le sue preoccupazioni sulle notizie che gli attacchi sono ricominciati in località dalle quali gli osservatori Onu erano appena partiti”. Così si è espressa, dopo la riunione del consiglio di sicurezza, Susan Rice, ambasciatrice statunitense alle Nazioni Unite.

Sono 11 i caschi blu in Siria, saranno 300 nelle prossime settimane. Il governo ha già rifiutato almeno uno degli osservatori e ha affermato che non accetterà quelli provenienti da Paesi che fanno parte del gruppo “Amici della Siria democratica”, tra i quali Stati Uniti e Turchia.