ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: osservatori sul campo, ma la violenza continua

Lettura in corso:

Siria: osservatori sul campo, ma la violenza continua

Dimensioni di testo Aa Aa

Una trentina di osservatori disarmati, avanguardia dei trecento previsti dalle Nazioni Unite: sono sul campo, i primi osservatori internazionali in Siria, e per ora si muovono con prudenza.
Tanto da suscitare già il risentimento di alcuni militanti, che avrebbero voluto mostrare loro dei luoghi precisi ma si sono sentiti opporre un rifiuto.
Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon, sottolinea la ritrovata unità nel Consiglio di Sicurezza: “i membri hanno parlato con una voce unita, nel momento in cui hanno deliberato l’invio di trecento osservatori”.
Il cessate il fuoco proclamato il 12 aprile non è mai stato veramente rispettato, e proprio nel primo giorno d’attività degli osservatori si sono registrati più di trenta morti. L’osservatorio siriano dei diritti dell’uomo dice che dal 12 aprile i morti sono più di 200.