ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Murdoch: ora tocca ai politici

Lettura in corso:

Scandalo Murdoch: ora tocca ai politici

Dimensioni di testo Aa Aa

E adesso tocca ai politici e non si tratta solo delle intercettazioni illegali del News of the world. Per i rapporti troppo ravvicinati con James Murdoch il primo a rischio caduta è il ministro della cultura britannico Jeremy Hunt. Dai tabulati telefonici e informatici risultano diversi contatti fra Hunt e News corp. Il tutto proprio mentre l’esecutivo britannico stava decidendo se dare o meno il via libera all’acquisto della quota di maggioranza del canale satellitare BskyB da parte di Murdoch, che molti accusavano di conquistare così una posizione mediatica dominante.

Jeremy Hunt non commenta, ma chiede di essere sentito prima possibile dalla commissione indipendente che istruisce l’inchiesta. I laburisti vogliono le sue dimissioni, potrebbero essere anche alcuni di loro, però, a cadere, perché si parla di legami troppo stretti fra l’azienda del magnate australiano della stampa e i politici anche ai tempi del governo Blair.

C‘è attesa ora per l’imminente audizione di Rupert Murdoch da parte della commissione. Si riparlerà forse anche della famosa cena a casa di Rebekha Brooks, la zarina di News of the world, a fine 2010, cui partecipò anche il premier David Cameron e in cui si sarebbe tra l’altro discusso della vendita di BskyB.