ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, banca centrale stima recessione oltre attese

Lettura in corso:

Grecia, banca centrale stima recessione oltre attese

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi del debito pubblico che ha investito la Grecia unita al drammatico effetto delle politiche di austerità sta conducendo Atene in un baratro senza uscita.

Appena un mese fa la banca centrale greca aveva previsto un calo dell’economia del 4,5%.

Ora secondo il governatore della Banca centrale greca George Provopoulos, il Pil nel 2012 dovrebbe sprofondare di ben 5 punti percentuali.

Per il numero uno della Banca di Grecia

“l’appartenenza della Grecia all’area euro sarebbe in discussione qualora il paese non riuscisse a rispettare gli impegni di riforma e risanamento concordati con la zona euro e il Fmi affinché l’economia nazionale torni a crescerei, specie dopo le elezioni generali del prossimo 6 maggio.”

Alla pesante recessione bisogna anche aggiungere il deficit di bilancio che quest’anno dovrebbe, ottimisticamente, fermarsi al 7.5 del pil: 4 punti e mezzo oltre la quota massima consentita nella zona euro.

La disoccupazione dovrebbe volare al 19% contro il 17,5% attuale.

Numeri drammatici che dimostrano come la Grecia sia finita in un vicolo senza uscita. A questo punto sentire i politici greci parlare di ritorno alla crescita è davvero una tragica commedia, greca.