ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: il governo è intenzionato a riavviare la centrale nucleare d'Ohi

Lettura in corso:

Giappone: il governo è intenzionato a riavviare la centrale nucleare d'Ohi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo giapponese non ha messo al parola fine al nucleare come ventilato dopo il disastro alla centrale di Fukushima.
Tokyo è deciso a far ripartire due reattori nucleari dell’impianto d’Ohi.
Contro questa scelta sono già partite proteste. Diversi cittadini hanno iniziato uno sciopero della fame.

“Mi sento responsabile – dice un signore anziano – per l’incidente avvenuto l’anno scorso perché non ho fatto nulla per fermare la generazione cresciuta con la potenza nucleare. Questa è l’ultima battaglia della mia vita”.
“Voglio che Fukushima sia l’ultimo disastro – precisa un manifestante – Altrimenti per il Giappone sarà la fine”.

L’impianto d’Ohi, come tutti i reattori in Giappone si trova di fronte al mare. Il governo ha precisato che una commissione di controllo garantirà della sicurezza della centrale. Ma anche le amministrazioni locali della regione si oppongo al riavvio dei reattori.

“Anche se la commissione viene consultata – dice il sindaco di Osaka, Toru Hashimoto – non potrà esprimersi perché la centrale ora non funziona. Ma qual è il grado che il governo chiama sicurezza? Siamo di fronte a niente altro che al crollo dello stato”.

Le protste potrebbero ora estendersi velocemente.
Nel paese contro il nucleare si è espresso ben l’80% della popolazione.