ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Paesi Bassi, governo in bilico e bilancio a rischio


Paesi Bassi

Paesi Bassi, governo in bilico e bilancio a rischio

La regina Beatrice prende tempo sulle dimissioni del premier dei Paesi Bassi Mark Rutte e, intanto, chiede al governo di continuare nell’interesse della Nazione.

Trovare una stampella che rimpiazzi l’estrema destra non sarà semplice per i liberali e le elezioni anticipate sono probabili, ma nell’esecutivo c‘è chi non vuole affrettare i tempi.

“Sono convinto che sia interesse di tutti che, anche con maggioranze variabili, troviamo il sostegno necessario ad approvare le misure di cui abbiamo bisogno per consolidare le finanze pubbliche” sostiene il ministro delle Finanze olandese, Jan Kees de Jager.

L’Unione Europea ha chiesto ai Paesi Bassi, come a tutti gli altri membri, di presentare entro fine aprile le misure di aggiustamento dei conti pubblici.

Ma agli Stati si chiedono misure strutturali, più che meri interventi per migliorare il bilnacio nell’immediato: “lo scopo – ha spiegato il portavoce della commissione europea, Amadeu Altafaj – è quello di avere dei meccanismi che agiscano in anticipo, che permettano alle istituzioni di esercitare strumenti di prevenzione, piuttosto che di correzione”.

La crisi dell’Aia potrebbe mettere a rischio il processo di ratificazione del nuovo patto di bilancio europeo, ma anche i conti. Senza correzioni, il deficit quest’anno sarà pari al 4,7% del Prodotto interno lordo. Martedì pomeriggio se ne discuterà in Parlamento.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

"Hacker contro il petrolio iraniano". Teheran denuncia