ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'impatto sui mercati delle presidenziali francesi

Lettura in corso:

L'impatto sui mercati delle presidenziali francesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il giorno dopo le elezioni francesi i capisaldi dell’economia europea sono considerati a rischio e le borse d’Europa precipitano. Milano a metà mattinata ha toccato un meno 3%, profondo rosso anche per Madrid e Francoforte.
I risultati macroeconomici con l’aumento del debito nei 27 lo scorso anno, la crisi in Olanda e l’esito del primo turno in Francia, sono alcune delle ragioni che hanno fatto da freno alle contrattazioni.

Stefan Scharffetter, trader Baader Bank:
“Dopo il primo turno in Francia, Hollande è in testa. Ora ci aspettiamo che fra due settimane confermi la sua vittoria. Questo significa che si è rotto l’asse Merkel/Sarkozy. Entrambe si trovano sulla stessa lunghezza d’onda per quel che riguarda l’Europa”.

In lieve calo l’euro sul dollaro, la moneta unica europea è scambiata a 1.31.
In flessione anche il petrolio, il brent, riferimento per il mercato europeo è quotato poco sopra i 117 dollari al barile.