Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

|

Solo 74 delle vittime del disastro aereo di ieri in Pakistan, sono state finora identificate. Secondo le autorità di Islamabad tutti i 127 presenti a bordo del Boeing 737 erano cittadini pakistani.

L’incidente è avvenuto durante un temporale, e secondo alcuni testimoni l’aereo si sarebbe incendiato prima di precipitare. La compagnia indica nel maltempo la causa del disastro, ed esclude problemi tecnici al velivolo, vecchio di 27 anni e comprato da una compagnia low cost.

In via preventiva al proprietario della compagnia aerea è stato vietato di lasciare il paese.

Proseguono intanto le attività legate alla identificazione delle vittime. Da Karachi è arrivato un volo speciale della compagnia di bandiera con molti parenti delle persone che si trovavano sul 737.

“Mi hanno detto che devo andare a fare un test del Dna, sono subito partito”, dice tra le lacrime un uomo.

“Questa è mia figlia, suo marito era a bordo dell’aereo”.

Per il Boeing era il volo inaugurale sulla rotta Karachi-Islamabad, e come è abitudine in casi del genere, potrebbero essere salite in cabina maltre persone, non registrate.

Nella lista dei passeggeri diffusa dalla compagnia figurano anche undici minorenni: sei bambini in volo con i genitori e cinque neonati.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
|