Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Sono 127 le vittime del disastro aereo in Pakistan.

Il Boeing 737 costruito 27 anni fa si è schiantato al suolo mentre portava a termine il volo inaugurale della nuova rotta serale Karachi-Islamabad.

Il veivolo è precipitato, probabilmente, a causa delle cattive condizioni meteorologiche ed ha preso fuoco subito dopo l’impatto. Secondo le testimonianze, il pilota avrebbe cercato di atterrare su un campo, ma l’aereo ha colpito degli alberi ed è esploso.

“Pioveva a dirotto – racconta un tesimone – Ho sentito una grossa esplosione, talmente forte da far tremare le pareti della mia stanza. Mi sono precipitato fuori casa e ho visto il campo di grano in fiamme”.

All’aeroporto di Islamabad dove è stato allestito un centro di accoglienza per i parenti delle vittime.

Intanto, le autorità dicono di aver recuperato 110 corpi, mentre 70 sacchi di resti umani sono arrivati nell’ospedale della capitale. Impossibile avviare le procedure di riconoscimento.

Il Boeing era stato messo fuori servizio da un’altra compagnia aerea, ma da un mese aveva ripreso a volare.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni