ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manifestazione trasversale a piazza Tahrir, "via i militari"

Lettura in corso:

Manifestazione trasversale a piazza Tahrir, "via i militari"

Dimensioni di testo Aa Aa

Piazza Tahrir al Cairo di nuovo gremita, per il “venerdì della rivoluzione”. Migliaia di egiziani, di diverse tendenze politiche, dai liberali agli islamisti, chiedono la fine immediata del potere militare, mentre manca un mese alle presidenziali.

Vogliono la messa al bando dei candidati legati all’ex rais Mubarak, come Amr Moussa, in passato ministro del presidente deposto. I fratelli musulmani protestano contro l’esclusione di Khairat al Shater, i salafiti contro quella di Hazem Abu Ismail.

“Siamo qui per chiedere la fine del potere militare”, dice un manifestante. “Qui tutti pensiamo che gli obiettivi della rivoluzione dell’anno scorso non siano stati realizzati. Soffriamo ancora la frode e l’oppressione”.

I militari hanno promesso di farsi da parte a fine giugno, ma molti manifestanti temono che resteranno al potere. “Sono venuto qui questo venerdì per sostenere la rivoluzione”, afferma un altro dimostrante. “La rivoluzione continua, deve continuare, fino a quando otterremo ciò per cui manifestiamo”.

Escluso dalle presidenziali anche l’ex capo dei servizi segreti Omar Suleiman. Al Shater per legge deve aspettare sei anni dalla fine della pena, che sta scontando da marzo 2011, per riacquistare i diritti civili. Abu Ismail è stato bocciato a causa della nazionalità statunitense della madre.