ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: i tagli colpiscono anche i preti

Lettura in corso:

Grecia: i tagli colpiscono anche i preti

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi in Grecia mette a rischio anche la celebrazione della messa. I preti ortodossi, pagati dallo Stato, si sono visti ridurre gli stipendi.

Il fatto che sia lo Stato a versare i salari a 10 mila religiosi deriva da un accordo raggiunto 60 anni fa, col quale la Grecia acquisì la proprietà di molte chiese e terreni. Ma ora questa consuetudine pesa per 190 milioni di euro sul debito pubblico.

Padre Ignatius, della chiesa di San Giorgio ad Atene, racconta: “Lo Stato non può aiutarci. Prima lo faceva un po’, ma per piccole cose. Ora ciò che facciamo è solo opera nostra: della parrocchia, della gente, dei volontari e dei donatori.”

Le misure di austerità prevedono anche di non rimpiazzare un sacerdote su 10 che vanno in pensione, lasciando alcune parrocchie scoperte.

I tagli alle chiese si riflettono anche sulla popolazione, dato che in tempi di crisi sono spesso le mense gestite dai religiosi a sfamare i poveri.