ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Gp Bahrein: allarme sicurezza, opposizione invita al boicottaggio


Bahrein

Gp Bahrein: allarme sicurezza, opposizione invita al boicottaggio

Bombe molotov e proteste di piazza contro il Gran Premio di Formula 1 del Bahrein.

Un ordigno ha sfiorato un mezzo della scuderia Force India e il leader sciita Moqtada Sadr ha chiesto agli sportivi di boicottare l’avvenimento.

Nel primo dei tre giorni di collera, indetti dal movimento 14 febbraio, le manifestazioni a Manama sono state disperse dai gas lacrimogeni della polizia.

“Siamo contro i dittatori – ha detto Nabeel Rajab, attivista per i diritti umani – La Formula Uno è uno strumento per mantere le pubbliche relazioni in mano alla classe dirigente, quei dittatori repressivi che governano il Paese”.

Circa 80 attivisti anti-Gran Premio sono finiti in cella in un crescendo di tensioni scoppiate per la prima volta un anno fa, sull’onda della primavera araba.

Le autorità hanno negato il visto di ingresso in Bahrein ai giornalisti e ai fotografi che avrebbero dovuto seguire la corsa.

La Fia aveva confermato il Gran Premio, due settimana fa, smentendo le voci di un allarme sicurezza.

Prossimo Articolo

mondo

Festival di Cannes: Garrone in concorso con una film sui reality show