ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bahrein: al via la formula uno, "tre giorni di rabbia" per i ribelli

Lettura in corso:

Bahrein: al via la formula uno, "tre giorni di rabbia" per i ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

In Bahrein sembra essere tornata la calma dopo la notte di proteste, mentre sono cominciate come previsto le prove libere del gran premio di formula uno.

Rafforzata la presenza della polizia tra l’aeroporto di Manama e il circuito di Sakhir, ma sono attese nuove manifestazioni. Il collettivo “giovani del 14 febbraio” ha lanciato un appello a “tre giorni di rabbia”, in concomitanza col gran premio, sotto lo slogan “No alla formula uno di sangue”.

Gruppi a difesa dell’informazione denunciano l’operazione di propaganda da parte della dinastia sunnita che vuole presentare al mondo un Paese normale. Ristretti i movimenti dei giornalisti, ammessi nella zona del circuito e tenuti lontani dalle proteste.

Ieri notte nei villaggi sciiti attorno a Manama, decine di manifestanti si sono scontrati con le forze di sicurezza che hanno lanciato lacrimogeni e granate.

Dal 14 aprile sarebbero state arrestate 95 persone. Una sessantina i morti dal febbraio del 2011, secondo Amnesty International. La protesta non ha smosso la formula uno che contrariamente all’anno scorso non ha annullato la gara.