ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Porno, brio e breakdeance: i Cuban Brothers in CD

Lettura in corso:

Porno, brio e breakdeance: i Cuban Brothers in CD

Dimensioni di testo Aa Aa

Anni dopo il loro incontro in un pub di Edinburgo, ecco il risultato della strampalata alchimia tra un ex attore porno, un ballerino giapponese e un breakdancer buddhista.

Trascinati dalla loro verve ubriacante dal sottobosco di dubbie feste private al palco di Mtv, i “Cuban Brothers” danno vita al loro primo album.

Punto di forza del trio, la poliedricità di cui parla il leader e fondatore del gruppo. “Siamo versatili – ammette Miguel Mantovani, in arte Mike Keats -. Facciamo cose diverse nello spettacolo: danza, canto, rap… Nessun problema, dateci il là”.

Celebrati già sei anni fa dal britannico “Guardian” come rivelazione underground, i “Cuban Brothers” fanno dell’esibizionismo spinto il loro marchio di fabbrica.

Alle spalle un invidiabile attivo di 97 film hard, il leader Mike Keats recupera dal suo passato il gusto per lo strip-tease, con cui condisce di provocazione gli show dal vivo.

Genio e sregolatezza, che dal palco alla sala di registrazione, il trio ha ora provato a condensare in un album.

“Il titolo è Yo Bonita – dice ancora Mike Mantovani -. Sedici brani della nostra giovinezza, interpretati da questi ragazzi. Poi c‘è il celebre musicista inglese Omar, la cantante soul Mica Paris, Abdominal, Kurtis Blow…”.

Per chi poi non si accontentasse del sound e volesse “toccare con mano”, una tournée già in corso porterà presto il brio dei Cuban Brothers in tournée addirittura negli Emirati Arabi.