ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele si ferma per 2 minuti in ricordo della Shoah

Lettura in corso:

Israele si ferma per 2 minuti in ricordo della Shoah

Dimensioni di testo Aa Aa

Due minuti di raccoglimento scanditi dalle sirene. Così ogni anno dal 1959 Israele commemora l’Olocausto e si ferma nella giornata nazionale del ricordo della Shoah.

Le cerimonie sono iniziate ieri alla presenza delle autorità israeliane. Per il presidente Shimon Peres, l’occasione per sottolineare la necessità del rispetto della minoranza di non ebrei che abitano in Israele., mentre il premier, Benjamin Netanyahu, ha messo in guardia dalla minaccia nucleare rappresentata dall’Iran.

Corone di fiori e torce accese dai sopravvissuti, in ricordo dei sei milioni di ebrei uccisi dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Una minaccia che resiste nel tempo, hanno ribadito alcuni manifestanti davanti all’ambasciata tedesca di Tel Aviv, mettendo all’indice Günter Grass, persona non grata in Israele per le poesie in cui denuncia la politica estera israeliana considerata troppo aggressiva.