ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Sudan rivendica Heglig

Lettura in corso:

Il Sudan rivendica Heglig

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Sudan non rinuncerà neppure a un centimetro quadrato di terra. Lo ha ribadito il presidente Omar Hassan al-Bashir aggiungendo che il suo Paese, si riprenderà la regione di Heglig, al centro di un contenzioso con il Sud Sudan.

Le violenze nella zona non si fermano e da più parti sono giunti appelli a Khartoum perché torni al tavolo delle trattive con il Sud Sudan, resosi indipendente dallo scorso luglio grazie ad accordi di pace siglati nel 2005.

La scorsa settimana Giuba era riuscita a conquistare Heglig definendo la città parte del proprio territorio ma dicendosi disponibile a un ritiro solo se le Nazioni Unite dispiegheranno caschi blu.

La zona, al confine tra i due Stati, viene rivendicata da entrambe le parti perché ricca di giacimenti petroliferi. Oltre al contraddittorio sulle frontiere c‘è anche il mancato accordo sul costo per il trasporto del petrolio attraverso il territorio sudanese (visto che il Sud Sudan non ha sbocchi al mare), ma anche la suddivisione del debito nazionale. A Giuba intanto si è svolta una manifestazione a sostegno del governo contro Khartoum.