ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Norvegia: Breivik chiede l'assoluzione o la pena di morte

Lettura in corso:

Norvegia: Breivik chiede l'assoluzione o la pena di morte

Dimensioni di testo Aa Aa

‘Assolvetemi o condannatemi alla pena capitale’. È la richiesta fatta da Anders Behring Breivik alla corte, nel terzo giorno del processo che lo vede imputato.

La seduta era iniziata come le due precedenti: il braccio dell’assassino teso nel saluto nazista. Un gesto che ha indisposto sopravvissuti e parenti delle vittime presenti in aula, ma che i legali di Breivik non posso impedire.

Alle domande del procuratore, l’autore delle stragi dello scorso 22 luglio a Oslo e sull’isola di Utoya, costate la vita a 77 persone, ha risposto raccontando di un viaggio a Londra, per conoscere
altri estremisti di destra, e di uno in Liberia, nel 2001, per incontrare un nazionalista serbo fondatore
dei sedicenti ‘Cavalieri dei templari’. Poi ha aggiunto che esistono altre due cellule pronte a colpire la Norvegia in qualsiasi momento.

Ma il procuratore Inga Bejer Engh è certa che le parole di Breivik siano solo frutto della sua immaginazione: “Non crediamo che esista l’organizzazione che ha descritto. E poi spetta alla corte dire se esiste o meno una rete simile”.

Proprio a Londra intanto si è svolta una manifestazione a sostegno delle idee propugnate da Breivik: “Quello che dice è giusto – dice un partecipante – ma quello che ha fatto è disgustoso”.
A organizzare la dimostrazione l’English Defence League, nota nel Regno Unito per le sue idee estremiste.