ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurovision Song 2012, la nota stonata dell'Azerbaijan

Lettura in corso:

Eurovision Song 2012, la nota stonata dell'Azerbaijan

Dimensioni di testo Aa Aa

Canzoni e critiche. L’ Azerbaijan si appresta ad ospitare l’ Eurovision Song Contest 2012. Gli organizzatori con toni trionfalistici hanno annunciato la fine dei lavori alla Baku Crystal Hall. L’entusiamo nella capitale è palpabile, al via in maggio la competizione canora europea rilancerà l’immagine del Paese, secondo i suoi cittadini.

“Non si tratta solo di un festival – dice una residente di Baku – è una grande occasione per noi, il Paese sarà sulla bocca di tutti e dopo sapranno indicare l’Azerbaijan sulle certe geografiche”.

La nota stonata è la repressione della libertà d’espressione. Lo sottolineano le organizzazioni non governative che da Berlino hanno rilanciato l’allarme chiedendo l’intervento formale del governo:

“Abbiamo avuto contatti con gli organizzatori, abbiamo chiesto che si rivolgano direttamente al governo dell’Azerbaijan per domandare la liberazione dei giornalisti incarcerati prima dell’inizio della gara, e perchè si muovano i necessari passi in favore della libertà d’espressione nel Paese”.

1600 giornalisti sono attesi per seguire la competizione canora internazionale. Per l’occasione gli attivisti delle ong forniranno, oltre alle informazioni turistiche, anche i dettagli su tutti i luoghi teatro di violazioni dei diritti dell’Uomo.