ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austria: stanchi di abitare a Fucking

Lettura in corso:

Austria: stanchi di abitare a Fucking

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è un piccolo villaggio in Austria che deve la propria fama al suo nome. Il paesino si chiama Fucking che, nel gerundio del verbo inglese ‘to fuck’, non è esattamente un complimento.

Gli abitanti hanno chiesto al sindaco di modificare il toponimo. Peraltro i cartelli che lo riportano sono oggetto di furti frequenti: “Abbiamo bloccato i cartelli con il cemento – spiega il primo cittadino Franz Meindl – li abbiamo rinforzati con delle viti, le abbiamo provate tutte, ma niente è stato d’ostacolo”.

Ci sono abitanti che di loro iniziativa hanno modificato due delle lettere che compongono il toponimo ma il villaggio, frazione di un comune dell’Innviertel, regione occidentale dell’Alta Austria, è diventato addirittura meta turistica. Molti arrivano qui appositamente per farsi ritrarre a fianco dei cartelli stradali.

“Cosa fanno? Si attaccano al cartello – spiega la signora Hilde Galuseder – fanno foto e alcuni di loro si tolgono addirittura i vestiti. Per noi è solo il nome del villaggio: Fucking e basta”.

“Se dici che sei di Fucking – aggiunge un altro abitante – all’inizio ridono, ma dopo una gran risata è tutto finito. Così hanno qualcosa di cui parlare”.

Nel 2004 l’ipotesi di un cambio di nome era stata
bocciata da un referendum. In realtà il nome del villaggio, sorto nel 1070, deriverebbe semplicemente da quello di un certo Focko, vissuto nel VI secolo.