ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nazionalizzazione YPF: Repsol promette battaglia contro l'Argentina

Lettura in corso:

Nazionalizzazione YPF: Repsol promette battaglia contro l'Argentina

Dimensioni di testo Aa Aa

Repsol si prepara a dare battaglia su tutti i fronti, dopo l’annuncio della nazionalizzazione della filiale YPF da parte del governo argentino. Per iniziare, la compagnia petrolifera spagnola fa sapere di volere chiedere attraverso un arbitrato internazionale un risarcimento che potrebbe superare i dieci miliardi di dollari, più di 7 miliardi e mezzo di euro.

Madrid ha già promesso che prenderà provvedimenti per difendere gli interessi della Spagna, già alle prese con la crisi: “Il governo agirà in modo adeguato a un simile atteggiamento di ostilità delle autorità argentine – ha detto il ministro dell’Industria, dell’Energia e del Turismo José Manuel Soria -. Ci saranno conseguenze in campo diplomatico, commerciale, industriale, e in quello dell’energia”.

Davanti a un ritratto di Evita Peron, e ancora vestita a lutto per la morte del marito ed ex-Presidente a fine 2010, Cristina Fernandez ha dato l’annuncio di espropriazione e commissariamento immediato in diretta tv.

Una mossa dettata – secondo Repsol – dal tentativo di camuffare la crisi economica e sociale di cui sta soffrendo la terza economia dell’America Latina. Intanto però il prezzo immediato lo paga la compagnia iberica con un’apertura di borsa, oggi, in caduta libera.