ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia soddisfatta per la sentenza della Corte Ue per i diritti umani sul massacro di Katyn

Lettura in corso:

Russia soddisfatta per la sentenza della Corte Ue per i diritti umani sul massacro di Katyn

Dimensioni di testo Aa Aa

Stigmatizzata per aver trattato i parenti delle vittime del massacro di Katyn in maniera inumana non fornendo loro le informazioni richieste. La Corte europea per i diritti umani ha condannato l’atteggiamento tenuto da Mosca su uno degli episodi piu’ tragici dell’epoca sovietica.
Mentre sull’inchiesta avviata dalle autorità russe nei primi anni 90 ha ammesso di non potersi esprimere perchè i fatti sono anteriori all’entrata in vigore della convenzione europea sui diritti umani.
Il massacro di Katyn venne perpetrato su ordine di Stalin. Furono uccisi 22 mila polacchi in gran parte ufficiali dell’esercito. La Polonia era terra di conquista per i nazisti e per i sovietici che attribuirono il massacro al Terzo Reich.

Ancora oggi a Mosca c‘è chi come il Partito comunista sostiene questa tesi nonostante le ammissioni degli ex presidenti Gorbaciov e Eltsin e la solenne dichiarazione formulata nel 2010 dalla Duma: il Parlamento russo indico’ Stalin come il mandante del massacro.