ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Offensiva taleban: Karzai, fallimento di intelligence afghana e Nato

Lettura in corso:

Offensiva taleban: Karzai, fallimento di intelligence afghana e Nato

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’offensiva finita dopo 18 ore di battaglia, la dimostrazione della difficile transizione in Afghanistan. Gli attacchi coordinati sferrati dai taleban domenica mettono in evidenza il fallimento dell’intelligence afghana e della Nato, è la dura constatazione del presidente Hamid Karzai.

Tutto questo succede a un mese dal summit dell’alleanza atlantica sul ritiro delle forze internazionali previsto per il 2014. I taleban hanno rivendicato l’azione che preparavano da due mesi e che ha colpito il cuore della capitale: parlamento, basi Nato e ambasciate.

Solo giovedì scorso il segretario della Nato aveva lodato le forze afghane. “Ora posso testimoniare con i miei occhi che le vostre forze speciali sono tra le migliori al mondo”, aveva detto Anders Fogh Rasmussen. “Tutto questo mi rende fiducioso e deve rendere tale anche il popolo afghano”.

Dopo gli attacchi, la Nato ha ribadito che la transizione non è messa in discussione e che i progressi delle forze afghane sono impressionanti. Oltre a Kabul sono state colpite le province orientali di Paktia, Nangarahar e Logar.

In quest’ultima gli scontri tra forze afghane e taleban sono continuati all’indomani degli attacchi simultanei nei quali sono morti 36 assalitori – la maggior parte si è fatta saltare in aria – quattro civili e undici agenti.