ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele blocca la Flytilla, attivisti filo-palestinesi bloccati in scali europei

Lettura in corso:

Israele blocca la Flytilla, attivisti filo-palestinesi bloccati in scali europei

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele blocca i pacifisti di Flytilla. Tel Aviv ha chiesto alle compagnie aeree di fermare 1200 attivisti filo-palestinesi diretti nello Stato ebraico per partecipare all’iniziativa Benvenuti in Palestina.

Avevano l’obiettivo di raggiungere i Territori per denunciare l’occupazione e le limitazioni di transito.

“A quanto pare, Israele è un paese chiuso – dice un attivista bloccato in aeroporto – Non lo sapevo. Mi hanno detto qui in aeroporto che il mio nome è sulla lista. Non so se sono su una lista di terroristi o di gente non gradita in Israele. Ho chiesto spiegazioni e nessuno me ne ha fornite”.

Sei pacifisti che erano riusciti a raggiungere l’aeroporto di Ben Gurion sono stati bloccati dalla polizia israeliana e tre di loro sono in stato di fermo.

“Il modo migliore per ottenere uno stato palestinese – sostiene Ruvan Hazan, pacifista israeliano – è quello di rivolgersi all’opinione pubblica in Israele, che è una democrazia ed eleggerà chi vuole negoziare. Non è questo il modo”.

Sette persone sono state bloccate a Roma, una ventina a Ginevra, decine a Parigi. Le autorità israeliane hanno preparato anche una lettera ironica di benvenuto nella quale sollecitano gli attivisti filo-palestinesi a dedicare le loro energie a cause umanitarie a loro parere più urgenti, come la Siria e l’Iran.