ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, il movimento anti-Putin riparte da Astrakhan

Lettura in corso:

Russia, il movimento anti-Putin riparte da Astrakhan

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si ferma la protesta contro i risultati elettorali alle amministrative dello scorso 16 Marzo Ad Astrakhan dove circa 4000 persone sono scese in piazza a sostegno di Oleg Schein, il candidato dell’opposizione in sciopero della fame da oltre un mese.

Oleg Shein ha annunciato davanti una piazza gremita:“Oggi l’Astrakhan ha unito i cuori di tutti quelli coloro che vogliono vivere in pace, che non vogliono essere schiavi, che sognano una vita dignitosa nel grande Paese chiamato Russia”.

Ad Astrakhan era presente anche uno dei leader del movimento anti-Putin Alexej Navalny.

Non sono mancati gli scontri tra i manifestanti che chiedevano nuove elezioni e quelli che invece difendono il risultato elettorale.

Astrakhan ha infatti ospitato nelle stesse ore dei cortei a sostegno del sindaco vincente, Michail Stolyarov. Il Il candidato di Russia Unita eletto con il 60% delle preferenze. L’opposizione afferma che alle urne il vero vincitore sia stato Chein con il 47% delle preferenze. Stolyarov nega ogni possibilità di brogli e non intende retrocedere dalla propria posizione.

Michail Stolyarov ha detto ai propri sostenitori:“Gli scandali non riparano né costruiscono strade. Gli scandali non fanno il sistema educativo e non migliorano la sanità, non costruiscono asili nido e non offrono servizi migliori alla comunità”

L’opposizione annuncia una nuova mobilitazione per il prossimo 6 Maggio, giorno in cui il nuovo Governo Putin entrerà ufficialmente in carica.