ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Titanic, il mito continua cento anni dopo il naufragio

Lettura in corso:

Titanic, il mito continua cento anni dopo il naufragio

Dimensioni di testo Aa Aa

A cento anni dalla tragedia, il Titanic continua ad affascinare le due sponde dell’Atlantico.
A lungo considerata la più grande catastrofe in tempi di pace per l’elevato numero di morti.
Il transatlantico era partito da Southampton, nel Sud dell’Inghilterra.

La più grande imbarcazione, per la sua epoca, stata costruita a Belfast, nell’Irlanda del Nord.
Con due macchinari alternativi a vapore e le sue tre eliche, il Titanic poteva navigare a una velocità di crociera pari a 24 nodi. Il reportage di France3 da Belfast.

Lussuoso, veloce, il Titanic poteva accogliere più di 2 mila passeggeri: dai ricchi delle prima classe agli emigranti della terza classe. Quaranta le nazionalità a bordo della nave prima che facesse scalo in Normandia. Le scialuppe di salvataggio e le zattere presenti a bordo erano state pensate per portare in salvo 1100 persone. I passeggeri a bordo del transatlantico quella notte erano, però, 2225.