ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Razzo nordcoreano. Le reazioni internazionali

Lettura in corso:

Razzo nordcoreano. Le reazioni internazionali

Dimensioni di testo Aa Aa

I primi a condannare il lancio del razzo nordcoreano sono stati la Corea del Sud e il Giappone, che si sentono direttamente minacciati. Il ministro degli esteri di Seul Kim Sung-Hwan:

“Il nostro governo condanna con forza la nuova leadership nordcoreana per aver condotto il lancio malgrado la richiesta unanime che giungenva dalla comunità internazionale di interrompere i preparativi. Il Nord dovrà assumersene tutta la responsabilità”.

Il premier giapponese Yoshihiko Noda presiederà una riunione del Consiglio della sicurezza nazionale dedicata proprio a questo tema. Il segretario di gabinetto Osamu Fujimura:

“Stiamo ancora tentando di analizzare i dettagli di questo lancio, ma non ci dovrebbero essere effetti nel nostro paese dovuti alla caduta di frammenti”.

Da New York il ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle fa riferimento alla riunione del Consiglio di sicurezza sulla Corea del Nord già in agenda:

“È una chiara violazione delle leggi internazionali. Crediamo sia necessario che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dia una chiara risposta e reagisca chiaramente”.