ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Italia in recessione, quali danni per l'Europa?

Lettura in corso:

L'Italia in recessione, quali danni per l'Europa?

Dimensioni di testo Aa Aa

Si ringraziano Ispi (http://www.ispionline.it) e Ispca
(http://www.iscpa-lyon.com)

Anthony Millery, Lione: “Essendo di origine italiana, mi domando se l’entrata in recessione dell’Italia avrà delle conseguenze a livello dell’Unione Europea. E se sì, quali”.

Antonio Villafranca, responsabile del Progetto Europa dell’Ispi: “L’Italia è la terza più grande economia dell’Unione europea, quindi qualsiasi cambiamento nella performance economica dell’Italia avrà inevitabilmente un impatto sull’intera Unione europea. E soprattutto su quelli che sono i partner commerciali principali dell’Italia, ovvero la Germania in primo luogo, e la Francia”.

“È, dal mio punto di vista, sbagliato pensare che la crisi che c‘è oggi in Europa e che colpisce ovviamente anche in maniera forte l’Italia sia soltanto una crisi dal punto di vista fiscale, una crisi di bilanci degli Stati.

“È sicuramente anche questo, ma bisogna fare altro. Perché si tratta di una crisi di bilancia dei pagamenti, quindi questo vuol dire che bisogna intervenire soprattutto all’interno dell’Eurozona. Perché questo ovviamente ha un valore molto piu alto per quei paesi che aderiscono all’Eurozona piuttosto che all’Unione europea in quanto tale”.

“Ecco, bisogna intervenire per fare in modo che ci sia convergenza economica all’interno dell’Eurozona. Purtroppo, sulla convergenza non solo delle politiche di bilancio ma in maniera piu ampia, in materia dell’intera politica economica dell’Eurozona, vanno ancora fatti molti passi avanti”.

Se volete anche voi fare una domanda, cliccate sul bottone qui sotto.