ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kiev: proteste dopo la distruzione di strutture storiche

Lettura in corso:

Kiev: proteste dopo la distruzione di strutture storiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Al via la demolizione a Kiev di tre edifici storici. Il progetto, portato avanti da una compagnia di costruzioni del miliardario Rinat Akhmetov, prevede la costruzione di uno sfarzoso centro direzionale nella capitale ucraina.
Un’opera che ha creato grande malcontento
Circa 300 persone, infatti, sono scese in piazza a Kiev, per protestare contro la distruzione dei complessi urbanistici sulla salita Andriyivsky, una delle vie più belle e suggestive del centro storico.

“Poliziotti e persone in abiti civili ci hanno bloccati con la forza” racconta una donna. “Dicevano: ragazza, se vuoi andare là, metti giù quel mattone”.

“Oggi demoliscono le case, buttando fuori a calci la gente della salita” spiega un cittadino. “Domani cacceranno dalla città gli abitanti”.

Durante gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine, una donna è rimasta ferita alla testa. Un’ambulanza l’ha portata in ospedale. Dopo le proteste, la compagnia di Akhmetov ha detto che abbandonerà il progetto e aprirà le trattative con gli abitanti per decidere il da farsi. Come sempre, dopo che ha rischiato di scapparci il morto.