ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il piano di Annan non convince i profughi siriani

Lettura in corso:

Il piano di Annan non convince i profughi siriani

Dimensioni di testo Aa Aa

Serpeggia la rassegnazione nel campo profughi di Reyhanli. E’ uno dei più importanti punti di passaggio per i rifugiati siriani, che a migliaia hanno attraversato il confine tra Siria e Turchia. Si sono fermati qui prima di essere trasferiti altrove. Riguardo al piano di pace proposto da Kofi Annan per la Siria, il pessimismo regna sovrano.

“Il mondo adesso è ottimista, perché la violenza si sta fermando” spiega un uomo “ma il piano di Annan non prevedeva solo questo. Chiedeva anche alle forze di sicurezza siriane di ritirare i carri armati dalle città, cosa che non sta ancora succedendo.
La violenza si è fermata solo per poche ore. Chiediamo ad Annan di reagire subito e che la smetta di visitare paesi come Iran e Cina. Li consideriamo infatti i principali sostenitori del regime, come lo sono Russia ed Hezbollah”.

La provincia di Hatay accoglie oltre 7.300 siriani. Nel campo visitato da euronews ce ne sono circa 400.
La gente accusa Bashar al Assad di temporeggiare.
Stavolta, però, vogliono che il piano di Annan porti risultati concreti.

Il nostro inviato, Mustafa Bag:
“Il governo siriano e l’opposizione dicono di rispettare le regole del cessate il fuoco. Nonostante questo, sono ancora in molti ad attarversare il confine con la Turchia”.