ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rientato l'allarme tsunami dopo il terremoto di magnitudo 8.7 in Indonesia

Lettura in corso:

Rientato l'allarme tsunami dopo il terremoto di magnitudo 8.7 in Indonesia

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata ritirata dopo qualche ora l’allerta tsunami per l’Oceano Indiano, scattata dopo le scosse di terremoto di magnitudo 8.7 che hanno colpito l’Indonesia senza causare vittime.

Ad attenuare i timori ci ha pensato l’organismo statunitense che tiene sotto controllo il livello dgli oceani, secondo il quale il pericolo di una o più onde anomale “si è di molto ridotto o è scomparso del tutto.

Le prime forti scosse di terremoto si sono avvertite quando in Europa erano da poco passate le 10 e mezza, in una ampia zona della regione: dall’India alla Thailandia, dall’Indonesia fino a Singapore. Immediato l’allarme per la conseguenza di un possibile tsunami.

Nel tentativo di ridurre il più possibile gli eventuali danni, le autorità di diversi paesi hanno fatto evacuare alcune zone costiere, come è avvenuto sulle isole indiane di Andamane e Nicobar, o lanciato un allarme generale, come hanno fatto le autorità di Kenya e Tanzania.

L’epicentro del terremoto è stato localizzato a 400 chilometri al largo delle coste indonesiane, davanti alla provincia di Banda Aceh, e a 22mila metri di profondità.

Proprio Banda Aceh, nel dicembre del 2004, fu teatro di un devastante tsunami, che cosò la vita a decine di migliaia di persone.

Secondo i geologi il sisma di otto anni fa e quello di oggi sarebbero causati da due diverse faglie, con poche analogie possibili.

Tuttavia, dopo la catastrofe del 2004 si mise a punto un sistema globale di ossevazione del livello degli oceani, capace oggi di lanciare l’allarme con diverse ore di anticipo.