ULTIM'ORA

Lettura in corso:

"A breve il cessate il fuoco". Kofi Annan fiducioso sulla Siria


Siria

"A breve il cessate il fuoco". Kofi Annan fiducioso sulla Siria

Sulla Siria Kofi Annan non perde la speranza, ma l’Onu comincia a perdere la pazienza. Scaduta ormai la fase uno dell’ultimatum per l’avvio del ritiro di truppe e blindati di Damasco dalle città, al Consiglio di sicurezza che alza la voce, l’inviato di Nazioni Unite e Lega Araba replica, rassicurando da Teheran sul condiviso impegno a porre fine alle violenze.

“Ci siamo messi in contatto con l’opposizione siriana e le risposte che ci hanno fatto pervenire sono positive – ha detto Kofi Annan -. Ho poi avuto ulteriori scambi anche con le autorità di Damasco per assicurarmi che entrambe le parti rispettino il cessate il fuoco. Se così fosse, alle sei del mattino di giovedì dodici aprile dovremmo già registrare un sensibile miglioramento della situazione sul campo”.

Pechino parla ora di “fase critica dei negoziati”, ma le cancellerie occidentali guardano già avanti con pessimismo. All’accresciuto pressing di Londra e Parigi ha fatto eco nelle ultime ore l’ambasciatore statunitense all’Onu, che ha evocato una “risposta collettiva” come prossimo e “logico”, passo contro Damasco.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Pyongyang pronta al lancio. Il razzo delle polemiche verso il countdown