ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Smolensk 2 anni dopo, per il gemello di Lech Kaczynski verità nascosta

Lettura in corso:

Smolensk 2 anni dopo, per il gemello di Lech Kaczynski verità nascosta

Dimensioni di testo Aa Aa

Secondo anniversario della strage di Smolensk, nella quale morirono l’allora presidente polacco Lech Kaczynski, sua moglie e 94 altre persone. I parenti di molte delle vittime, tra le quali diverse personalità polacche, hanno commemorato la tragedia nella città russa.

A rappresentare il governo il ministro della Cultura, Bogdan Zdrojewski. Il capo dell’esecutivo, Donald Tusk, ha partecipato invece a un’altra cerimonia al cimitero militare di Varsavia.

Altra commemorazione, sempre a Varsavia, quella organizzata dal fratello gemello di Lech, Jaroslaw Kaczynski. Sotto il palazzo presidenziale ha radunato un migliaio di militanti e simpatizzanti del suo partito Diritto e libertà. Sul disastro aereo il leader della destra polacca cerca lo scontro col governo, sostenendo con veemenza che non si trattò di incidente, ma di attentato voluto dai russi. E accusando i ministri in carica di avere contribuito a nascondere la verità.